Accedi al sito
Serve aiuto?

NEWS LAVORO

Il lavoro toglie troppo tempo alla vita privata

Secondo un sondaggio ogni svizzero dispone di circa cinque ore al giorno per mangiare e svagarsi

BERNA - Lavoro, hobby, cura della casa, amici e famiglia: conciliare il tutto è difficile per molte persone in Svizzera. Due adulti su tre sono spesso stressati. Quasi a tutti manca il tempo per le cose che giudicano importanti.

A questa conclusione giunge uno studio pubblicato oggi dall'istituto zurighese di ricerca sotomo su incarico della cassa malattia CPT/KPT. In particolare hanno analizzato come gli svizzeri gestiscono il tempo quando ne hanno.

Le necessità di tempo nei diversi ambiti della vita non sono facilmente soddisfacibili, indica lo studio. Solo uno scarso terzo degli adulti interpellati si sente "raramente" o "mai" stressato a causa della mancanza di tempo.

Troppo poco tempo per troppe cose

Circa la metà delle persone adulte è "ogni tanto" stressata e il 30% è "spesso" o "quasi sempre" stressato. Le donne lo sono più degli uomini: il 35% di loro si sente "spesso" o "quasi sempre" sotto stress contro un quarto dei loro colleghi maschi.

Anche la fruizione dei media (21%) o lo scambio di informazioni sulle reti sociali (17%) possono causare stress, così come la procrastinazione: il 52% degli intervistati cita la gestione delle scartoffie e il 42% dei lavori domestici.

In un normale giorno della settimana, a una persona adulta, secondo le proprie stime, rimangono in media quasi cinque ore per mangiare, guardare la televisione e per gli hobby. Il tragitto casa-lavoro dura in media un'ora. Un interpellato su due vorrebbe avere più tempo per muoversi/fare sport e per le amicizie. Ai genitori manca soprattutto il tempo per la vita a due con il/la partner.

Oltre un terzo degli adulti è stressato dal lavoro, che sconfina nel tempo libero - sia sotto forma di ore extra sia di email o telefonate professionali fuori dal tempo di lavoro.

I bambini sono la via per la felicità

Il 45% degli interpellati si riposa guardando la TV o navigando in Internet, mentre più di una persona su due si rilassa passando del tempo all'aria aperta.

Lo studio mostra anche che lo stress ha un influsso negativo sulla soddisfazione in relazione alla propria esistenza. Chi riesce a mantenere tutti gli ambiti della vita in armonia e si sente raramente o mai stressato ha una soddisfazione quattro volte maggiore di chi si sente spesso stressato per mancanza di tempo.

In questo caso i genitori rappresentano un'eccezione: sono sì spesso più stressati degli adulti senza figli, ma sono anche più soddisfatti del loro tenore di vita. Un quinto dei genitori sostiene addirittura di riposarsi nel tempo passato con i figli.

Il sogno di un lavoro a tempo parziale

Nel sondaggio si è anche chiesto alle persone dei loro desideri rispetto al tempo. Due terzi di quelle impiegate a tempo pieno vorrebbero ridurre la loro percentuale. "Non lo fanno a causa di motivi finanziari e aspettative sociali", secondo gli autori dello studio.

Il desiderio di lavorare meno si vede anche in relazione al pensionamento. La metà degli interpellati, se potesse scegliere, andrebbe in pensione a 60 anni. Meno di un quinto vorrebbe smettere di lavorare a 65 anni o più tardi.

Lo studio ha anche mostrato che la maggior parte delle persone attive giudica positivamente gli orari di lavoro flessibili. Il 54% desidera una grande flessibilità in questo senso, contro il 17% che preferisce orari fissi.

Lavorare meno per aver minori rimpianti

Aver più tempo libero permette agli svizzeri di organizzarlo meglio e di aver meno rimpianti. Con un'ottica retrospettiva, il 52% degli interpellati pensa di non aver avuto abbastanza tempo per viaggiare e vivere delle avventure. Inoltre, il 37% ne avrebbe approfittato per apprendere uno strumento musicale o una lingua.

Per il 29% degli interrogati, il lavoro è quello che ha fatto perdere loro più tempo nella vita. Tuttavia, attività legate al tempo libero come guardare la televisione o stare in Internet o ancora non far niente hanno ottenuto il 33% delle risposte. Il tempo investito in certe relazioni umane (15%) è al terzo posto.

Per quanto riguarda il tempo libero, gli svizzeri escono in media 2,2 sere alla settimana. I giovani adulti di meno di 25 anni hanno in media un appuntamento 3,3 sere alla settimana, mentre i pensionati 1,4. I romandi in media sono quelli che escono di più con 2,8 sere ogni sette giorni, seguiti dai ticinesi con 2,2 e dagli svizzerotedeschi con 2,1.

Più di sette ore di sonno

Per lo studio di sotomo sono stati interpellate a inizio settembre 7958 persone in Internet tramite i siti di Le Matin, Blick e Ticinonline. Dopo una ponderazione del campione, i risultati finali sono rappresentativi dell'insieme della popolazione adulta in Svizzera.

È stato possibile anche analizzare la routine quotidiana media delle persone. La durata del sonno è risultata di sette ore e 18 minuti a notte e vi sono, secondo gli autori dello studio, poche differenze tra persone attive e non. Solo i pensionati dormono in media 40 minuti in più.